Wednesday, March 24, 2010

Una triste atlantide

Gli indiani la chiamavano New Moore Island. I bengalesi South Talpatti Island. Era un'isoletta di 3 chilometri quadrati e mezzo nel golfo del Bengala, quello dove ci portava Salgari da ragazzini, che negli ultimi trent'anni è stata contesa dai due paesi. India e Balgladesh non si sono mai sparati per quel pezzetto di terra, ma gli indiani c'avevano mandato anche i militari per piazzarci una bandiera, mentre le navi bengalesi incrociavano minacciose all'orizzonte. Poi a far sparire la tensione c'ha pensato il riscaldamento globale: l'isoletta, infatti, è scomparsa improvvisamente, inghiottita dalle onde, da un'alta marea che non è più calata. Già, perchè nel Golfo del Bengala fino al 2000 l'acqua saliva di tre millimetri l'anno, mentre negli ultimi dieci anni è salita di 5 millimetri l'anno. Ma tanto, il riscaldamento globale è tutta una frottola inventata dagli scienzati per chissà quali meschini interessi reconditi, vero?

3 comments:

Christian said...

E pensare che era stata anche oggetto di contesa tra governi. Se invece di preoccuparsi su chi doveva aprirci il Mc Donald's si fossero preoccupati del clima magari ora potrebbero aprircelo entrambi.

Calzino said...

povera isola, non la conoscevo.
sono tutti pazzi, questi umani...

ottanta/cento said...

I pirla di Labuan?